Paesaggi dell'esclusione

Paesaggi dell'esclusione

Politiche degli spazi, re-indigenizzazione e altre malattie del territorio romano

  • Curatori: F. Pompeo
  • Collana: Studi sociali
  • Marchio:UTET Università
  • Anno:2012
  • ISBN:9788860083777
  • Pagine:208
  • Prezzo:€ 19,00

AcquistaRichiedi copia saggio Aggiungi ai preferiti

Abstract

Roma da almeno un decennio è al centro di un ampio dibattito e di un’intensa produzione di rappresentazioni e progetti che si sono contesi la possibilità di rimetterne in scena identità e prospettive.

La capitale, se da una parte è stata proposta come presunto modello su scala nazionale per le nuove élites della conoscenza, dall’altra, localisticamente, è divenuta lo scenario di una simbolica riconquista del centro da parte di una periferia reinterpretata come slogan populista. Le dinamiche del mercato immobiliare e la gentrificazione, il disagio abitativo, le pratiche d’insediamento dei migranti e l’emergere di nuove chiusure identitarie, sono tutti fenomeni governati entro un conflitto di retoriche e immaginari che hanno fatto uso del rapporto centro-periferia.

Paesaggi dell’esclusione costituisce l’esito di un percorso di confronto interdisciplinare sulle trasformazioni della capitale che ha coinvolto antropologi, urbanisti, storici ed economisti, insieme a giovani etnografi, impegnati, ciascuno con i propri linguaggi, nell’analisi delle trasformazioni dei territori metropolitani, a partire dall’interazione di attori e interessi con le istituzioni e gli altri poteri consolidati della città. L’obiettivo è quello di costruire un’occasione di dialogo e di confronto per interrogare le dinamiche dello spazio urbano e tentare così di raccogliere la sfida interpretativa della Roma contemporanea.