Macroeconomia

Macroeconomia

Mercati, istituzioni finanziarie e politiche

  • Autori: C. Imbriani, A. Lopes
  • Marchio:UTET Università
  • Anno:2013
  • ISBN:9788860084057
  • Pagine:512
  • Prezzo:€ 37,00

AcquistaRichiedi copia saggio Aggiungi ai preferiti

Abstract

La Macroeconomia studia il comportamento aggregato del sistema economico. Essa considera la produzione nazionale e i livelli di attività, le problematiche dell’occupazione e dell’inflazione, della moneta e del sistema finanziario, anche in un contesto internazionale di scambi e di movimento dei capitali.

Il dibattito sulle politiche economiche si è strutturato intorno alle controversie sulle politiche fiscali e monetarie, e inoltre sulle tematiche dell’inflazione e della disoccupazione. Si tratta di questioni fondamentali che riguardano l’azione dei policy makers, le Banche Centrali e i governi.

Macroeconomia si colloca in questo ambito metodologico. Il testo integra il settore dei beni e servizi con quello dei mercati monetari e finanziari per determinare un equilibrio in un contesto di prezzi prima fissi poi flessibili, trattando le classiche analisi sulle funzioni del consumo, degli investimenti e della domanda di moneta, ma dando anche spazio alle più recenti tematiche sulle questioni di «incoerenza temporale» del banchiere centrale e sulla definizione di «regole» di politica monetaria (dall’individuazione di una quantità ottima di moneta alla critica di Lucas, dalla regola di Taylor, all’Inflation e al Monetary Targeting).

In tale contesto di policy, considerando la crisi finanziaria con le pesanti implicazioni sull’economia reale, si è data rilevanza alla regolamentazione del mercato finanziario, dagli Accordi di Basilea agli indici di capitalizzazione.

Viene inoltre dato spazio all’economia aperta (bilancia dei pagamenti, regimi di cambio ed efficacia delle politiche economiche, effetto J, condizioni di Marshall-Lerner, parità dei poteri d’acquisto, speculazione), del sistema monetario internazionale e dell’integrazione europea (anche nei loro aspetti storico-istituzionali). Viene infine dato rilievo alle teorie della crescita, tenendo conto degli sviluppi relativi al ruolo dell’innovazione, della conoscenza e del capitale umano.