Europa

Europa

Vecchi confini e nuove frontiere

  • Autori: E. dell'Agnese, E. Squarcina
  • Marchio:UTET Libreria
  • Anno:2005
  • ISBN:9788860080080
  • Pagine:304
  • Prezzo:€ 27,00

AcquistaRichiedi copia saggio Aggiungi ai preferiti

Abstract

Negli ultimi cinquanta anni, le frontiere d’Europa hanno mostrato una notevole dinamicità; la nascita della realtà comunitaria e il suo continuo riassestarsi nelle dimensioni territoriali (dall’Europa dei Sei all’Europa dei Venticinque) hanno da un lato modificato il significato delle frontiere interne, dall’altro spinto sempre più a est il margine orientale di un’Europa, per la prima volta nella storia, trasformatasi da convenzione geografica a entità politica ben definita.
Nel contempo, i confini statuali dell’Europa occidentale – in quanto delimitatori della sovranità dello Stato – hanno mantenuto stabilità nel loro tracciato: tuttavia, c’è da chiedersi quanto il trasferimento dei contenuti di sovranità dai singoli stati alle costruzioni comunitarie ne abbia in qualche modo alterato il significato di limite della norma. Una ulteriore questione può essere sollevata a proposito del significato «identitario» dei confini interni dell’Europa comunitaria; in quanto delimitatori dell’identità Stato-nazionale, sono essi destinati a mantenere immutato il proprio significato, oppure in futuro sono destinati progressivamente a perderlo, in favore dei confini comunitari e del significato iconografico dell’Europa unita?
A partire da questi punti scaturisce la riflessione che dà vita a questo libro curato da Elena dell’Agnese ed Enrico Squarcina. Europa. Vecchi confini e nuove frontiere, seguendo il filo rosso della storia dei mondi di confine del continente europeo, traccia un esaustivo quadro d’insieme e, al contempo, si interroga sul futuro dell’Europa e dell’Unione europea, aprendo interrogativi che troveranno le loro risposte solo con il tempo.