Geografia economica del sistema-mondo

Geografia economica del sistema-mondo

Territori e reti nello scenario globale

  • Autori: A. Vanolo
  • Marchio:UTET Università
  • Anno:2010
  • ISBN:9788860083029
  • Pagine:264
  • Prezzo:€ 23,00

AcquistaRichiedi copia saggio Aggiungi ai preferiti

Abstract

Quale immagine geografica può oggi descrivere efficacemente lo scenario economico mondiale? Geografia economica del sistema-mondo si sviluppa intorno a questo interrogativo: l’ipotesi di partenza è che molte vecchie rappresentazioni, seppur ancora radicate nell’immaginario comune, non siano più utili per orientarsi nello spazio globale. Considerare il Rio Grande, il Mar Mediterraneo e il fiume Amur come i confini fra il mondo «sviluppato» e il «Terzo mondo» suggerisce per esempio un’idea molto superficiale della geografia economica, che non tiene conto delle complesse interconnessioni fra i meccanismi di circolazione del capitale e la costruzione dello spazio economico. Senza negare i terribili divari economici e sociali che affliggono il mondo, occorre tenere a mente che paesi come Cina e India, o città come San Paolo e Seoul, costituiscono spazi «centrali» e strategici sotto molteplici prospettive, per esempio nelle logiche di localizzazione delle imprese multinazionali o nei flussi commerciali mondiali. Occorre quindi tentare di aprirsi a nuovi modi di intendere lo spazio: discontinui, ibridi, socialmente costruiti ed esplicitamente parziali e politici.
Attraverso un discorso che coniuga i tradizionali strumenti della geografia economica con contributi della critica culturale e della geografia dello sviluppo, senza trascurare esempi e casi studio che testimoniano la varietà delle strutture economiche dello spazio globale, Geografia economica del sistema-mondo – oramai giunto alla terza edizione – propone un’interpretazione critica delle geografie dell’era della globalizzazione.