C'era una volta il western

C'era una volta il western

Immagini di una nazione - con DVD

  • Autori: G. Frasca
  • Collana: Collana di Cinema
  • Marchio:UTET Università
  • Anno:2007
  • ISBN:9788860081131
  • Pagine:368
  • Prezzo:€ 23,00

AcquistaRichiedi copia saggio Aggiungi ai preferiti

Abstract

Il western fu definito da André Bazin «il cinema americano per eccellenza». E sicuramente questo genere è stato un tipico prodotto della cultura americana, di cui ha seguito, rispecchiato e, a volte, anticipato fedelmente gli sviluppi e le trasformazioni, a partire dalla descrizione epica e grandiosa della conquista, lungo i cui mitologici sentieri progresso e barbarie si fronteggiavano incarnati dai cowboy e dagli indiani.
Questo percorso evolutivo ha innervato il tessuto della nazione fino ad approdare all’universo crepuscolare e pessimista dei Peckinpah e degli Eastwood, immagine di un West in cui non esistono più eroi: metamorfosi che, osservando le contraddizioni del paese, rende il genere più vicino alla realtà storica e, allo stesso tempo, più in sintonia con un’America alla ricerca di una precisa identità.
Attraverso i suoi codici linguistici, la ripetizione degli schemi visivi e l’evoluzione della messa in scena, il western ha esibito la mitologia della società di cui ha cantato le gesta, indirizzando il pubblico verso una lettura compiaciuta dei valori collettivamente condivisi, ma ha anche osservato e registrato attentamente i mutamenti in atto nella nazione, le sue paure, i suoi dubbi.
C’era una volta il western ci racconta questo cammino: da La grande rapina al treno fino a Gli spietati, da Soldato blu a Balla coi lupi, senza dimenticare il superbo magistero di Sergio Leone. Un libro prezioso e affascinante che segue le orme epiche del genere, la crisi dei miti inattaccabili e la recente deriva: un’avvincente carrellata di azioni, personaggi e paesaggi sconfinati.